News

CAB: selezionate le 15 startup che entreranno nel progetto

2018-10-01

CAB è un programma di accelerazione d’impresa transfrontaliero della durata di 6 mesi che supporta startup che vogliono crescere sui mercati internazionali, soprattutto quelle che vogliono affermarsi nelle zone transfrontaliere tra Italia e Slovenia (ne avevamo parlato qui).
Il programma, di cui Gruppo Euris è partner, è un eccellente esempio di cooperazione tra aziende ed enti italiani e sloveni che contribuiranno al progetto con la propria conoscenza, le esperienze professionali e i propri contatti.
Dopo la prima fase di candidatura, sono state selezionate 15 startup che parteciperanno alla fase sperimentale del progetto CAB - Crossborder Acceleration Bridge! Ecco i partecipanti: 

  • Soplaya: una soluzione software di logistica che permette che i migliori ingredienti arrivino dall’agricoltore allo chef;
  • Luckyoneteam: l’azienda sviluppa giocattoli innovativi per bambini in età prescolare. Hanno sviluppato la prima versione di triciclo, monopattino e bicicletta senza pedali tutto-in-uno e fatto in legno, che cresce insieme al bambino;
  • Vires Electric Mower Robot: un robot tagliaerba automatico innovativo per il giardinaggio e la manutenzione delle aree verdi;
  • Foxwin: una piattaforma per tutti i tipi di organizzazioni che trasforma le idee in innovazioni;
  • Tomappo: un’app online e mobile che permette di coltivare la propria verdura in modo semplice;
  • Picosats: hanno lo scopo di rendere lo spazio e la comunicazione più accessibili, meno costosi e più sostenibili grazie ai satelliti, che sono il futuro di numerose industrie come le telecomunicazioni, l’esplorazione spaziale e l’uso di tecnologie;
  • Cafelier: una speciale maniglia per la pulizia di macchine per la preparazione di caffè espresso;
  • Flexyteam: La prima app slovena mobile e online specializzata in risorse umane che si concentra sulla promozione di risorse umane nel settore dell’ospitalità;
  • Omniopti: ottimizzazione di reti multi-obiettivo;
  • Procurean: piattaforma rivolta alle PMI per la rete di fornitura, che collega aziende provenienti da tutto il mondo e permette agli acquirenti di trovare sempre nuovi venditori e viceversa, indipendentemente dalla loro capacità e location;
  • Uztzu: capi di abbigliamento unici come, ad esempio la camicia a 4 maniche e la T-shirt 4 in 1, brevettate in numerosi paesi;
  • Codebrainer: con la loro piattaforma la programmazione informatica diventa accessibile a chiunque. Uno strumento grazie al quale anche i principianti possono imparare a scrivere codice;
  • Datahoney (l’azienda Honeycomb): Deposito personale di dati IoT (internet delle cose) con un mercato che si basa sulla tecnologia blockchain e sull’intelligenza artificiale;
  • Shop-O-Rama.it: mercato dedicato ai tutti i prodotti Made in Italy;
  • Creanest d.o.o.: offrono servizi digitali di design completi.

Il programma inizierà ufficialmente il 1 e il 2 ottobre 2018 – con un bootcamp della durata di due giorni a cui parteciperanno le 15 startup selezionate, che poi continueranno le attività di accelerazione in Slovenia fino a dicembre. La prima fase si concluderà con un evento-vetrina a cui parteciperanno investitori e imprese. La fase successiva, che durerà altri tre mesi, si svolgerà in Italia, sotto la guida di Friuli Innovazione. Nel primo trimestre le startup saranno impegnate a testare il proprio prodotto/servizio sul mercato sloveno, per dimensioni ideale a un primo approccio. Durante la seconda fase, le startup saranno aiutate a espandere il proprio business a livello globale, confrontandosi con il mercato italiano, le cui dimensioni prefigurano dei test più impegnativi.
A ogni startup verrà assegnato un mentore principale e avranno modo di confrontarsi con numerosi esperti attivi in diverse discipline. Entreranno poi in contatto con investitori, multinazionali, scopriranno diverse opportunità di finanziamento pubblico, riceveranno consigli strategici. 
La prima parte del programma sarà portata avanti dall’acceleratore imprenditoriale ABC Accelerator che, trovandosi a Lubiana, una “città nella città” in cui operano più di 450 aziende, rappresenta il luogo migliore per la ricerca di nuovi clienti.
Il progetto CAB è finanziato dal programma Interreg Italia-Slovenia 2014-2020 il cui scopo è promuovere startup innovative ed emergenti con le caratteristiche specifiche del mercato italiano e di quello sloveno.

Top